08 gennaio 2006

Le cose fatte apertamente


Credo di poter dire (senza pentirmene in futuro) che i giorni delle feste, con tutte le cose accadute tra la vigilia di Natale e la Befana, sono stati per noi polesani dell'"ambientalismo spinto"(vedi più sotto l'articolo di Franchin"un Parco sì ma industriale) una disdetta!
Il "mal di pancia" perdura e dubito che mi passerà entro breve.
Mi consolo (per ora) leggendo il Mahatma che per sua sfortuna dovette contrastare l'Impero inglese.

«Nulla si ottiene senza sacrificio e senza coraggio. Se si fa una cosa
apertamente, si può anche soffrire di più, ma alla fine l'azione sarà più
efficace. Chi ha ragione ed è capace di soffrire alla fine vince.» (M.Gandhi)

E non solo per consolarmi posto alcune foto di questi giorni del Po di Maistra e dei suoi piccoli abitanti, foto che probabilmente valgono più di mille parole.

2 commenti:

Nicola ha detto...

Ho appreso da Menotti del tuo blog e della passione che ci accomuna. Ti invito a visitare il mio blog www.falcodipalude.blog.tiscali.it
ciao, avanti così
Nicola

maria luisa ha detto...

caro Nicola, devo ammettere di essermi un po' arrugginita con il binocolo. Ho visto che avete organizzato un bel corso di birdwatching ad Adria ... ci sto pensando...
ciao a presto