31 marzo 2006

La Legge è Uguale Per Tutti

Sentenza storica stasera al tribunale di Adria. La lunga, affollata e paziente attesa nell'aula del tribunale ha visto riconoscere dal Giudice Lorenzo Miazzi le responsabilità, seppur differentemente, dei vertici di Enel rispetto agli episodi delle ricadute oleose, alle emissioni di fumo nei casi non consentiti dalla legge e ai danni loro conseguenti. Notevole la soddisfazioni delle parti civili, in particolare del Presidente del Comitato Cittadini Liberi di Porto Tolle, Giorgio Crepaldi, che vede riconosciuto il diritto dei cittadini al rispetto della legge. Questa volta anche da parte di chi come Enel guarda spesso dall'alto verso il basso perfino le stesse istituzioni.
Con Giorgio è una grande vittoria di noi tutti cittadini non solo polesani.

Queste le profonde e meditate parole del Giudice prima della lettura della sentenza:
Una sentenza che sarà lunga e complessa che sconta la impossibilità di fare una sintesi di fatti e situazioni complesse, disomogenee. Vorrei dire che un periodo così vasto di inefficienze amministrative, di ambiguità legislative e di scelte politiche e industriali debba passare per un processo penale è una sconfitta inaccettabile per questo sistema ed è un peso quasi insostenibile per un giudice solo.
Non ho cercato né scorciatoie né soluzioni facili e non mi sono sottratto al mio dovere di giudicare al meglio delle mie capacità giuridiche. Ed umane.
E senza pressioni e suggestioni.E porto solo io la responsabilità.
In nome del popolo italiano ...

2 commenti:

Luca ha detto...

Complimenti per il Blog, ma soprattutto complimenti per ciò che siete riusciti ad ottenere con la vostra lotta!

maria luisa ha detto...

sono obbligata a girare i tuoi complimenti al comitato di Porto Tolle e al suo Presidente capace di guardare oltre ...
che imbarazzo fare un confronto con certi politici locali!