14 maggio 2006

Se questo è un Parco ...


In attesa del resoconto e delle foto della manifestazione di ieri a Civitavecchia riporto qui il documento del Coordinamento dei comitati per la difesa dell'ambiente della provincia di Rovigo predisposto in occasione della assemblea di Ca' Vendramin. Si spiega molto sinteticamente quali impianti stanno per sorgere nel Delta, all'interno dei confini del Parco o fuori, ma di poco, compromettendo di fatto la possibilità che si realizzi quell'idea di una ambiente prezioso da valorizzare e da difendere e in cui non è il confine sulla carta che può costituire la differenza sostanziale.

"IL DELTA DEL PO: PARCO REGIONALE O PARCO ENERGETICO NAZIONALE ?
1) CENTRALE ENEL A CARBONE di Polesine Camerini, 3 gruppi da 660 MW cadauno:
7.000 ore (291 gg) di funzionamento/anno a pieno regime con impiego di 3.750.000 ton di carbone, 135.000 ton/anno di calcare, 9.750 ton/anno di urea, 300.000 ton anno di CDR -combustibile da rifuito (prescritto dalla Regione Veneto) o biomasse (proposte dall’Enel),2.738.000 m3/anno di acqua prelevata per il raffreddamento dei condensatori e il funzionamento dei filtri desolforatori, 1 nave deposito in Adriatico da 100.000 ton (4 miglia dalla costa) rifornita da 56 navi carbonifere all’anno, 1.250 chiatte/anno (misura 100x17 metri con portata pari a 3.000 ton), circa 4 al giorno dirette alla darsena della centrale che verrà ampliata per permettere l’attracco contemporaneo di 3 chiatte, 27 navi
all’anno da 5.000 ton provenienti dall’Istria per la fornitura del calcare alla nave deposito dalla quale partiranno 45 chiatte/anno dirette in centrale, il calcare dovrà essere qui continua ... (purtroppo!)
E’ questo il Parco?"

Riporto qui alcuni link ad articoli dal Gazzettino apparsi in questi giorni sul rigetto del Tar della richiesta di sospensiva dei lavori per il gasdotto a Porto Levante:
giovedì 11 maggio 2006 "Spunta una perizia: valli distrutte dai primi lavori e volatili in fuga"
venerdì 12 maggio 2006 "Terminal, il Tar dà via libera ai lavori"
sabato 13 maggio 2006 "Porto Viro Una decisione che suona come una presa in giro"
ed inoltre una bella lettera in cui ci ritroviamo per intero comparsa ieri sul nazionale "Il carbone non risponde ai parametri stabiliti dal protocollo di Kyoto"

2 commenti:

Luca ha detto...

La manifestazione è andata bene.
La gente ha partecipato, e abbiamo largamente superato i numeri pubblicati sui giornali.
Articolo e foto della manifestazione su www.maremmaoggi.it

Saluti da Tarquinia

maria luisa ha detto...

ciao Luca!
io non c'ero fisicamente, ma ero aggiornata istante per istante. Grazie della segnalazione, ho linkato il video sull'ultimo post.
cari saluti a Tarquinia dalla provincia di Rovigo
a presto